Blog: http://raser.ilcannocchiale.it

Caro Leader

Oggi ho sentito su Radio Radicale la conferenza stampa di Berlusconi e Gheddafi.

Va bene la Realpolitik e che gli affari sono affari, per cui bisogna trattare con i guanti e come uno statista vero un dittatore conciato come una parodia di generale sudamericano che nemmeno Chaplin avrebbe saputo concepire. Va bene lasciargli dire qualsiasi minchiata gli passi per la mente fingendo di pendere dalle sue labbra, Va bene che un'Università decida di perdere ogni barlume di autorevolezza concedendo una laurea in Giurisprudenza a uno che il Diritto se le messo sotto i piedi.

Va bene tutto, ma per quale strana clausola nei trattati diplomatici il nostro Presidente del Consiglio ha dovuto chiamare "Leader" quel deficiente per tutta la conferenza stampa? Se non fosse una cosa tristissima, verrebbe da ridere a sentirlo dire "il mio amico Leader" o "io e il Leader ci siamo trovati d'accordo".

Pubblicato il 11/6/2009 alle 23.41 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web